Guido

E' Santiago il primo nato del 2017: fiocco azzurro a Catania - BlogSicilia  - Ultime notizie dalla Sicilia

Quel giorno mi alzai tardi mentre il mio primogenito strimpellava sulla fisarmonica avuta da Babbo Natale. Il mio pancione era fuori misura, mancava ancora qualche giorno al lieto evento, il ginecologo mi diceva che i giorni migliori sarebbero stati dopo la Befana.
Ero indolente, non mi andava di cominciare a preparare il cenone, le famose lentichie con il cotechino e altre pietanze prettamente da vigilia di capodanno. Finalmente, verso le 11,00, sia io che il mio bambino, Giuliano eravamo in ordine ed iniziai a preparare qualcosa, ma improvvisamente una fitta mi lasciò senza fiato, ma in cuor mio pensai che era un fastidio passeggero.
Giuliano continuava a suonare quella fisarmonica che mi stava martellando in testa, ed ecco arrivare un’altra fitta, questa volta più duratura. Non ero una primipara, per cui capii che erano doglie. Con molta calma per non spaventare Giuliano chiamai mio marito che era in servizio e mia madre, dicendo loro che dovevo andare dal ginecologo perchè qualche fitta tipo doglia c’era stata. Arrivarono in un battibaleno, ed anche mio padre per stare con Giuliano.
Tirava un vento gelido, i botti di Capodanno ogni tanto echeggiavano sulla città eterna e noi ci avviavamo verso lo studio del ginecologo, ma previdente mi portai la valigia appresso. Mio marito e mia madre convinti che ancora era presto, pensavano di tornare a casa al più presto visto che ormai mancavano poche ore al Nuovo Anno. Finita la visita il ginecologo con un sorriso sulle labbra disse loro che a breve sarebbe nato o nata….in quel tempo l’ecografia non era in voga per cui era tutta una sorpresa….Ci avviammo verso l’ospedale e cominciammo a pensare al sesso dell’imminente nascituro….ovviamente mio marito e forse anche io aspettavamo la femminuccia…..ma in cuor mio sentivo che era un altro maschio….Erano le 19,00 quando le doglie arrivavano ogni 2 minuti, decidemmo che se fosse stato maschio sarebbe stato Guido e se fosse stata femmina sarebbe stata Maria Cristina. Mentre sognavamo sui nomi con tutta celerità mi portarono in sala parto e non so come spiegarvi, in un tourbillon di doglie spinte e vagito nacque …Guido. Era bellissimo, pesava 3,600 e nel suo coprifasce verde era una meraviglia. Telefonai subito al fratellino Giuliano che era in attesa fribillante e fra i botti della fine dell’anno che accoglievano il Nuovo Anno passai il più bel Capodanno della mia vita con in braccio Guido che ad ogni botto chiudeva gli occhietti.

Jalesh

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in Natale 2021, racconto. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Guido

  1. Rosemary3 ha detto:

    Tantissimi auguri a Guido: una stupenda pagina con indimenticabili ricordi…. ❤ ❤ ❤
    Un abbraccio
    Ros

    Piace a 1 persona

  2. Rosemary3 ha detto:

    Tantissimi auguri a Guido: una stupenda pagina con indimenticabili ricordi…
    ❤ ❤ ❤
    Un abbraccio
    Ros

    Piace a 1 persona

  3. Patrizia M. ha detto:

    Che dolcezza, fantastico. Grazie. Bacione, Pat ❤

    Piace a 1 persona

  4. oddonemarina ha detto:

    dolce regalo dell’anno nuovo…bisous

    Piace a 1 persona

  5. 65luna ha detto:

    Emozionante,smack! 65Luna

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...