Ettore

La morte di Patroclo e la morte di Ettore a confronto, i lavori dei ragazzi  di IA e IB Secondaria di primo grado | Educandato Statale Emanuela Setti  Carraro dalla Chiesa

Prima dell’inizio della guerra fra Troia e Sparta, l’oracolo di Apollo Timbreo mise in guardia Ettore affinché non intraprendesse una lotta contro Patrocolo, perché il destino non avrebbe impedito la sua morte. Gli oracoli, i segni premonitori, gli uccelli, gli Dei, tutte cose ai cui, in quei tempi credevano tutti e basavano la loro sorte. La notte prima del combattimento, il sonno di Ettore era agitato e non riusciva a riposare bene, nonostante fosse coraggioso e sicuro di sè le parole dell’oracolo rimbombavano nella sua testa. Ma alla fine Morfeo vinse sui suoi pensieri e si addormentò come un bambino. La notte passò in fretta e nelle prime ore del giorno fra il dormiveglia, Ettore sognava oppure stava vivendo la scena che gli passava davanti ai suoi occhi. Sentiva un canto tipico, stridulo e squillante ripetuto e regolare, ma non gli prestò attenzione, perché mezzo assonato. Svegliatosi finalmente del tutto, si apprestò a vestirsi della sua armatura pronto per combattere, ma rimase sorpreso nel notare sul suo scudo una piuma inconfondibile, una piuma di civetta. In quel momento gli ritornò in mente il canto stridulo del sogno e per un momento un brivido gli attraversò la schiena, ma poi spavaldo e guerriero cominciò a difendere il suo popolo senza pensare al quel presagio di morte. Ed infatti Patroclo provocò scompiglio nelle file nemiche, che respinse vittoriosamente, ma venne indebolito dal dio Apollo, ferito da Euforbo ed infine ucciso da Ettore. Ma Ettore non aveva messo in conto l’ira funesta di Achille, che a breve avrebbe rivendicato la morte del suo migliore amico uccidendolo.

Jalesh

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in Fantasie Interpretative, racconto. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ettore

  1. Rosemary3 ha detto:

    Eccellente dissertazione sul personaggio della mitologia greca, Ettore, sconfitto da Achille…
    Ros

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...