Come plancton

Dodici parole da cui partire :

vaniglia, plancton, amore, mani, indistruttibile , invenzione, scheggia, inchiostro, bella, sole, ipocondria, resilienza

Visualizza immagine di origine

Sono oggi

come plancton

che fluttua ,

seguendo

il lento moto

delle onde.

E

nell’ acqua

voglio gettare

le ultime briciole

di un amore

che credevo

indistruttibile

e che era

invece

solo

un’ invenzione

della mia mente.

Ho pensato

tante volte

che le tue mani

avrebbero

tenute strette

le mie

per sempre.

Mi sbagliavo.

E mai

avrei pensato

che la luce

folgorante

del sole,

si potesse

affievolire ,

e che ombre

la potessero

offuscare.

Ora è così buio.

Quando mi facevo

bella,

e volevo sedurti,

scegliendo

tra i vari profumi

quello alla vaniglia,

era semplicemente

per invitarti

a far l’ amore.

Rispondevi

al mio invito

con un sì,

dimenticando

in quei momenti,

la tua ipocondria.

Mi stringevi,

cercavi

le mie labbra,

tenere

le tue carezze.

Conoscevo

le tue fragilità,

volevo

insegnarti

la resilienza,

che tu affrontassi

le tue paure.

Volevo

solo aiutarti

amandoti.

Forse questo

è stato

il mio errore .

Essere troppo

invasiva.

Non ti ho chiesto

scusa

quando dovevo,

perdonami.

Ora che tutto

è perso,

so

che come

scheggia impazzita

dovrò cercare

di ricompormi.

Nel frattempo,

userò

l’ inchiostro

per riempire

fogli bianchi

raccontando

di noi,

perchè nulla

nel tempo

svapori

del nostro

essere stati

insieme

Isabella Scotti settembre 2021

testo : copyright legge 22 aprile 1941 n° 633

Informazioni su tachimio

Buongiorno a tutti. Sono Isabella l'autrice di ''Miscellanea- Visioni e palpiti del cuore-pensieri nascosti sotto forma di parole''.Sono una donna di 59 anni, sposata dal 1975 con due figli grandi: Chiara,ballerina professionista di danza contemporanea dedita oggi all'insegnamento , sposata, e Andrea, laureato in economia vicino a diventare dottore commercialista a tutti gli effetti. Mio marito ingegnere è oggi tranquillamente(si fa per dire) in pensione.Ho detto ''si fa per dire'' visto gli impegni che si è creato per non rimanere sempre a casa(vedi amici ect.) Insomma una bella famiglia con a carico anche un gatto un pò vecchiotto e ora con qualche problemino di salute.Ho scritto questo libro senza sapere di essere ''portatrice sana'' di parole che sono uscite così, per caso, ma che una volta fuori, non ho potuto più controllare. Ora spero che qualcuno di voi possa essere interessato alla sua lettura.Posso solo dire che mia figlia con la sua vita di artista, ha senz'altro influenzato un pò la mia nel farmi apprezzare, attraverso la danza, l'arte e in generale il ''bello'' che si trova in ogni forma espressiva(retaggio anche della mia cultura classica).Con questo spero siate in tanti a leggere il libro.A presto Isabella
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Come plancton

  1. jalesh ha detto:

    Complimenti brava ottimo inserimento di tutte le parole guidate.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...