Palpitazione

Palpita,

danza al suo pensiero

legge negli occhi il volere

mentre l’aria scalpita

nel dolce tepore del vento.

Dolore e allegria

si mescolano nel tempo

fremono al passar dell’attimo

mentre la poesia si concede

nel caldo venir sospiro.

Tutto si prostra

nelle lucenti visioni

respiri di vita sussultano

mentre la mano sul capo si posa

con la palpitazione che invade 

al candido suo sorriso.

Sei tu amore che in me brilli

e con lacrime gioiose ora ti chiedo:

Fammi diventar vecchio cantore

e col fruscio dei tuoi baci

accalora ancora e per sempre il mio cuore!

 

Giovanni Monopoli

“sei lì e il tempo non ti ha cancellato .…” di
Antonio Machado 

Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Palpitazione

  1. orofiorentino50 ha detto:

    Bellissimi versi per questo stupendo incipit, sempre bravissimo.Complimenti di cuore

    "Mi piace"

  2. jalesh ha detto:

    Ottimo spunto dall’incipit di Antonio Machado espresso in versi stupendi. Complimenti bravissimo Giovanni

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...