Equinozio d’autunno

Esule tempo che scompare

Quiete dal ritmo nebbioso

Un’altra stagione ricomincia

Incontro ai primi venti piovosi

Notti cristalline

Oro e arancio fra alberi e siepi

Zattere di luci le nuvole che scorrono

Inizio nel preparare case e tane da

Onirici sogni tranquilli

Dall’uva ai funghi e castagne

Aromi di pini e sottobosco risalgono

Unici indimenticabili alle narici

Torna presto il calar del sole

Uccelli al mattino non gorgheggiano più

Ninne nanne si preparano a cantare

Non più finestre aperte

Ora i bimbi a scuola ed il silenzio nostalgico regna

 

oddonemarina -Il Bosco Femmina.com

 

Pubblicità

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in Acrostico. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Equinozio d’autunno

  1. orofiorentino ha detto:

    Che bello Marina, hai descritto l’Autunno magnificamente, bravissima mia cara

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...