Vitaliano Brancati

Biografia di Vitaliano Brancati

Nato a Pachino, in provincia di Siracusa, il 24 luglio 1907 da una famiglia non aliena da interessi letterari, – sia il nonno che il padre erano stati autori di novelle e di poesie – Compì gli studi inferiori a Modica dove visse dal 1910 al 1919 e quelli superiori a Catania dove si trasferì con la famiglia nel 1920. Nella città etnea frequentò la facoltà di Lettere presso la locale università, laureandosi nel 1929 con una tesi su Federico De Roberto; successivamente insegnò per diversi anni a Caltanissetta nell’Istituto Magistrale, frequentato in quegli anni da Leonardo Sciascia che però non fu suo alunno. Successivamente si trasferì a Roma dove, oltre a insegnare, inizia l’attività giornalistica, dapprima per il quotidiano Il Tevere e, in seguito, dal 1933 in poi, per il settimanale letterario Quadrivio. La sua formazione giovanile viene segnata da un’ideologia irrazionalista che entra in crisi quando da Catania si trasferisce a Roma dove ha modo di frequentare intellettuali che gli aprirono un orizzonte culturale europeo. Scrisse molto per il teatro e conosce una brava e bella attrice Anna Proclemer e da lei avrà una figlia Antonia. E’ il 1942.

L'arte di arrangiarsi (1954) - Streaming | FilmTV.it

Curò la sceneggiatura di alcuni film con Monicelli, Blasetti, Roberto Rossellini, Luigi Zampa Scrive romanzi stupendi e di grande successo come Don Giovanni in Sicilia, Il bell’Antonio, Paolo il caldo. Scrive novelle e racconti.
Separatosi dalla moglie nel 1953, Vitaliano Brancati muore il 25 settembre 1954, in seguito all’operazione fatta a Torino da un chirurgo di chiara fama, il professor Achille Mario Dogliotti. L’operazione aveva lo scopo di asportare una cisti dermoide a .carattere benigno che Brancati portava fin dalla nascita e che si era ingrossata a dismisura, ma il cuore non resse all’anestesia.

Memorie - Fatti e persone da ricordare - Vitaliano Brancati, un cinico  romantico - Video - RaiPlay

Ci sono sofferenze che scavano nella persona come i buchi di un flauto, e la voce dello spirito ne esce melodiosa.

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in post guidato, racconto. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Vitaliano Brancati

  1. orofiorentino ha detto:

    Molto piaciuto, grande personaggio. Bravissima Tina

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...