Franca Viola e il coraggio di dire “no”

La storia di Franca Viola - Il Post

Abbiamo scritto di donne important che hanno scoperto, inventato o scritto qualcosa, donne che hanno lasciato un segno indelebile nella storia del proprio paese e anche del mondo. Mi sembra giusto ricordare una donna: Franca Viola è stata la prima donna italiana a rifiutare il matrimonio riparatore. Divenne simbolo della crescita civile dell’Italia nel secondo dopoguerra e dell’emancipazione delle donne italiane.Di lei si innamora un giovane malavitoso appartenente ad un clan mafioso. Franca è giovanissima, ma rifiuta le attenzioni dell’uomo Il 26 dicembre 1965 Franca ha 17 anni, viene ra pita, portata a Filippo Melodia, questo il nome dell’uomo,che la tiene segretata. Viene violentata ripetutamente e bastonata, dopo una settimana la riconsegna alla famiglia in condizioni pietose. L’uomo immediatamente prepara il matrimonio riparatore e qui succede che Franca Viola raddrizza le spalle ed alza la testa e urla un “NO”. Viene appoggiata dalla famiglia. Il Melodia finisce in carcere e viene condannato a 10 anni e a due soggiorni di confino. Franca è costretta a lasciare la Sicilia e a raggiungere un luogo segreto e vive, per qualche tempo, con la scorta. Il Melodia viene ucciso con un colpo di lupara a Modena. Franca Viola si è sposata, ha due figli ed è tornata nella sua città Alcamo.

Franca Viola: "Io, che 50 anni fa ho fatto la storia con il mio no alle  nozze riparatrici" - Repubblica.it

rispose con un “no”
nozze riparatorie
la prima siciliana
Ma.Vi

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in metrica giapponese, post guidato, racconto. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Franca Viola e il coraggio di dire “no”

  1. orofiorentino ha detto:

    Una donna davvero da ammirare. Grazie Tina: ricordavo il fatto ma non lei chi fosse. Un abbraccio

    Piace a 1 persona

  2. oddonemarina ha detto:

    eccezionale davvero complimenti

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...