Tenerife

Alcuni autori greci collocavano, vari secoli prima di Cristo, il mitico Giardino delle Esperidi alle Isole Canarie. Immaginavano che in queste isole si trovasse il paradisiaco giardino nel quale le Esperidi, figlie di Atlante, custodivano i pomi d’oro che crescevano sugli alberi. Questo frutto dorato dava l’immortalità e fu l’obiettivo di una delle dodici prove di Ercole, che sfrutto lo stesso Atlante per riuscire a rubare i pomi d’oro. Secondo la mitologia greca, Ladone era un gigantesco drago dalle 100 teste che custodiva il Giardino delle Esperidi e i pomi d’oro che crescevano sui suoi alberi. Ciascuna delle sue teste parlava una lingua diversa. Secondo la leggenda, dopo la sua morte il suo sangue bagnò la terra e germogliò sotto forma di dracene, piante endemiche delle Canarie e uno dei simboli di Tenerife. La forma contorta del tronco di questa pianta fece sì che gli autori classici immaginassero le teste a forma di serpente di Ladone, che si avvitavano attorno al suo corpo. La presenza di dracene in tutta l’isola di Tenerife fece pensare ai primi esploratori che Ladone vivesse all’interno del Teide, soprattutto nei giorni in cui l’attività vulcanica era più intensa e il fumo sorgeva dal cratere.

La
pianta dal verde ciuffo
orna la casa
la leggenda
racconta

Sangue
drago dalle cento teste
da ogni goccia
nacque la
dracena
Ma.Vi

Tra le scoperte archeologiche realizzate a Tenerife nel secolo XX, una delle più rappresentative è, senza dubbio, il recupero delle mummie guanches, ritrovate in caverne e grotte dell’isola. I guanches imbalsamavano i defunti e li deponevano in caverne di difficile accesso. Sono stati identificati diversi metodi di mummificazione che si ritiene dipendano dalle differenti classi sociali dell’epoca e dalle credenze religiose. Il processo di imbalsamazione di un cadavere nella cultura guanchesa era molto simile a quello di altre civiltà antiche. Secondo le ricerche condotte sulle mummie guanches, questo tipo di sepoltura fu utilizzata a Tenerife almeno dal secolo III fino alla conquista delle Canarie. Attualmente si possono osservare diverse mummie presso il Museo della Natura e dell’Uomo di Santa Cruz di Tenerife, che dispone di uno dei migliori sistemi di conservazione di questa tipologia di resti archeologici.

Le isole Canarie da scoprire: miti e leggende, storia…

Questa voce è stata pubblicata in Le Petit Onze, post guidato, racconto. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Tenerife

  1. jalesh ha detto:

    Interessantissime notizie su Tenerife e ottima serie di Petit Onze. Complimenti bravissima

    Piace a 1 persona

  2. jeshua2009 ha detto:

    Affascinanti intriganti notizie in tema perfetto bellissimo il tuo Petit Onze. Complimenti Tina un abbraccio buona serata

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...