L ‘eco del tuo addio …

”  Tornai   a   disfare
l’ eco   del   tuo   addio  ”
come   una   Penelope
che   disfa  
la   tela,
non   volendo   più
ricordare  
quel   momento,
né   tantomeno
le   parole
allora   dette,
e   di   esse
dimenticare
persino   il   suono.
Ho   raccolto
a   fatica
quel   che   rimane
di   me.
E   pensa
che   adesso,
dopo   tanto   soffrire,
posso   anche
ascoltare
il   ”   valzer   dell’ addio ”
di   Chopin
senza   piangere

Isabella   Scotti    aprile   2020

testo  :   copyright   legge   22   aprile   1941   n°   633

Incipit   in   neretto   dalla   poesia   ”   La   più   bella   storia   d’ amore   ”   del   grande   Luis   Sepulveda   scomparso   appena   qualche   giorno   fa   per   colpa   del   maledetto   coronavirus.  Una   storia  d’   amore   con   la   sua   Carmen   iniziata   appena   ventenni   e  terminata   a   settant’  anni   senza   immaginare   come   purtroppo   sarebbe   finita.   Mi   è   dispiaciuto   tantissimo   sapere   della   sua   morte.   Un   onore   per   me   scrivere   qualcosa   partendo   da   dei   suoi   versi.   Grazie   Jalesh   per   avermi   dato   questa   possibilità.   Buonanotte   amici   e   amiche

La   vostra   Isabella

Pubblicità

Informazioni su tachimio

Buongiorno a tutti. Sono Isabella l'autrice di ''Miscellanea- Visioni e palpiti del cuore-pensieri nascosti sotto forma di parole''.Sono una donna di 59 anni, sposata dal 1975 con due figli grandi: Chiara,ballerina professionista di danza contemporanea dedita oggi all'insegnamento , sposata, e Andrea, laureato in economia vicino a diventare dottore commercialista a tutti gli effetti. Mio marito ingegnere è oggi tranquillamente(si fa per dire) in pensione.Ho detto ''si fa per dire'' visto gli impegni che si è creato per non rimanere sempre a casa(vedi amici ect.) Insomma una bella famiglia con a carico anche un gatto un pò vecchiotto e ora con qualche problemino di salute.Ho scritto questo libro senza sapere di essere ''portatrice sana'' di parole che sono uscite così, per caso, ma che una volta fuori, non ho potuto più controllare. Ora spero che qualcuno di voi possa essere interessato alla sua lettura.Posso solo dire che mia figlia con la sua vita di artista, ha senz'altro influenzato un pò la mia nel farmi apprezzare, attraverso la danza, l'arte e in generale il ''bello'' che si trova in ogni forma espressiva(retaggio anche della mia cultura classica).Con questo spero siate in tanti a leggere il libro.A presto Isabella
Questa voce è stata pubblicata in poesia, post guidato. Contrassegna il permalink.

7 risposte a L ‘eco del tuo addio …

  1. jeshua2009 ha detto:

    Molto brava Isabella ottimo inserimento dell’incipit di Sepulveda nei tuoi stupendi versi. Complimenti un sorriso e buonanotte

    PS: spero solo che questo commenta si veda perchè altrimenti mi i…..o com wordpress.

    Piace a 2 people

  2. jalesh ha detto:

    Molto ben presentato il tuo post sull’incipit di Sepulveda brillantemente inserito nei tuoi splendidi versi. Bellissimo il brano di Chopin. Complimenti bravissima

    Piace a 1 persona

  3. tinamannelli ha detto:

    Stupendi versi, per non parlare della musica. Bravissima, complimenti ❤

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...