Colline acerbe

Cosa resta delle stagioni polverose
del senso sfuggente del giorno
nello scavalco delle colline acerbe?
È la polvere degli anni
confusa nel dividendo del giorno
passi mancati nel temperamento
del ricordo.
Frammenti sparsi nella consuetudine
delle parole.
Spazi privi di pagine nell’istante
di luce.

fotografia dell’autore

 

Questa voce è stata pubblicata in fotografia, poesia. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Colline acerbe

  1. jalesh ha detto:

    Cosa resta di tutto questo mondo dice l’autore…splendida riflessione in versi poetici profondi accompagnati da una stupenda fotografia personale. Complimenti Rinaldo bravissimo come sempre

    Piace a 1 persona

  2. yourborderline ha detto:

    Molto romantico e coinvolgente..bravo!!

    "Mi piace"

  3. tachimio ha detto:

    Sempre incanto leggerti. Un caro abbraccio Rinaldo. Isabella Ps E la foto è di grande suggestione

    "Mi piace"

  4. tinamannelli ha detto:

    Cosa resta? forse la speranza che tutto cambi . Splendidi questi versi. Bravissimo per lo scatto. Complimenti ❤

    "Mi piace"

  5. jeshua2009 ha detto:

    Un dilemma irrisolvibile…bellissimo questa tua riflessione. Complimenti buon pranzo Rinaldo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...