Il ruolo della memoria

Probabilmente c’è chi
per ragioni cliniche o caratteriali
tende a dimenticare facilmente.
E dimentica persino come furono
i propri sentimenti appena ieri.

Io purtroppo ricordo tutto.
Ricordo ogni sguardo
ogni canzone sussurrata
all’orecchio, o gridata
davanti a tutti.

Ricordo ogni giorno passato
guancia a guancia perché
sei tu che mille volte
mi hai voluto, e amato.

Ricordo ogni mano sul mio corpo
ogni carezza
ogni voglia, ogni dolcezza,
ogni volta che quegli occhi hanno cercato
e trovato, la mia tenerezza.

Ricordo ogni bacio.
Ricordo la passione e l’amore di ogni incontro
ogni punto della pelle che è stato sfiorato
con le dita, le labbra, la lingua o molto altro
di più metafisico che tra me e te in contatto è entrato.

Ricordo ogni dito
che ha cercato la mia vulva
La dolcezza o il vigore
di ogni singola penetrazione.
Ricordo l’amore

L’attenzione in ogni messaggio
in ogni parola, il ridere
mentre avvinghiati balliamo, o giochiamo
o facciam l’amore.
Ogni divertimento.
Ogni slancio di ardore.

Come posso io, che ricordo tutto
arrendermi a dimenticare, accettare
un amore che finisce
con la stessa fugace insensatezza
di un fiore che appassisce

e per che cosa? E’ mancata l’acqua
mezza giornata, è cambiato il vento
e non vuol più vivere,
ha deciso che altri giardini son più verdi
di questo, a cui lui stesso
ha dato vita e ha fatto crescere
radici che forse non voleva?

Peccato che chi ricorda
ogni gesto, parola detta piano e il sesso
Non può decidere in sì facile sveltezza
che ciò che è stato sia solo una dolce
amicizia, e tale deve rimanere.

Chi ricorda si ammazza nel ricordo
Ed è solo in quello, che questi vuol restare.

© MerMer

Prendendo spunto da “Non ti scordar mai di me” di Giusy Ferreri

 

Annunci

Informazioni su mermer86

Nata e cresciuta a Bari, Laureata in Lingue, vissuta tra Vienna, Berlino e Torino. Attualmente impiegata nel settore automotive. Appassionata di letteratura, cinema, sport, yoga, musica, imparare lingue straniere, viaggi, cibo. Tanta voglia di vivere e scrivere. Visita il mio sito di poesie mermer.home.blog
Questa voce è stata pubblicata in eros, poesia, post guidato. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Il ruolo della memoria

  1. jalesh ha detto:

    Versi passionali versi di fuoco ricordi indelebili complimenti un’ispirazione stupenda ascoltando il brano musicale canatato da Giudy Ferreri. Bravissima

    Piace a 1 persona

  2. 65luna ha detto:

    Benvenuta mermer! Complimenti, versi romanticamente erotici! 65Luna

    Mi piace

  3. tinamannelli ha detto:

    Bellissimi versi romantici, molto sensuali con quel pizzico di dolce erotismo che non guasta. Davvero una bella ispirazione sentendo la canzone di Giusy Ferreri. Bravissima, complimenti ❤

    Mi piace

  4. orofiorentino ha detto:

    Complimenti: la canzone ti ha ispirato versi magnifici nella passionalità e nell’erotismo che ci regala la vita. Spero di leggerti presto, ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...