La notte della luna

Sei stata sognata
raccontata, narrata
appesa lassù solitaria
per millenni agognata.
Cosa sei? Il sospiro di un poeta?
Un riflesso di cristallo?
Una bugia del cielo
o un acino dell’universo?
Fedele e placida
continui a girare
poi…ti hanno raggiunta
turbata, calpestata
violata.
Muta hai sopportato
per te nulla è cambiato
quella notte
Pallida vagabonda rimani
Solo un’orma è rimasta
eterna…
il ricordo: fango
di una terra lontana

@ Orofiorentino

Pubblicità

Informazioni su orofiorentino

HO 69 ANNI, AMO LA POESIA, LEGGERE, SCRIVERE, VIAGGIARE E TANTE...TANTE ALTRE COSE
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a La notte della luna

  1. jalesh ha detto:

    Splendida dedica all’lunaggio di 50 anni fa…complimenti bravissima

    "Mi piace"

  2. tinamannelli ha detto:

    Bellissimi versi per ricordare quella magica notte di 50 fa. Bravissima Oro, complimenti di cuore ❤

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...