Fragile ma non troppo_012

“Fragile ma non troppo”
Progetto fotografico. Un connubio fra disegno e fotografia. “Anime” disegnate a china su foglio, inserite in vari contesti per essere poi fotografate con Canon 550d/ obiettivo macro 105mm.
©2018 CeciliaGattullo

Questa voce è stata pubblicata in Disegno ad inchiostro, fotografia. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Fragile ma non troppo_012

  1. Rosemary3 ha detto:

    Un perfetto connubio tra disegno e fotografia che mette in risalto perfettamente l’introspezione: anime che vagano alla ricerca di un’oasi di pace?
    Ros

    Piace a 1 persona

  2. Le tue opere sono sempre affascinanti .

    Piace a 1 persona

  3. jalesh ha detto:

    Tra fotografia e disegno appare un tema non chiaro che secondo me sta a rappresentare un’inquietudine, un cercar qualcosa di non ben definito. Complimenti per i tuoi esperimenti,. Sarebbe bello ogni tanto se alla fine dei commenti tu ci illustrassi il vero senso di questi esperimenti. Bravissima

    Piace a 1 persona

  4. orofiorentino ha detto:

    Splendido…un qualcosa che appare senza una forma definita lasciando all’immaginazione ciò vorremmo che fosse, complimenti davvero bravissima

    Piace a 1 persona

  5. ceciliagattullo ha detto:

    Cari tutti, rispondendo all’appello fattomi da Jalesh, cercherò di spiegare il mio percorso fotografico “Fragile ma non troppo”. Tutto è iniziato grazie ad un bicchiere rotto appoggiato ad una parete illuminata all’improvviso dal sole. L’ombra che il bicchiere creava sul muro era così netta e precisa da creare un mondo a sè e da lì ho capito che avrei voluto far vivere le anime che dipingo fra la fantasia della loro creazione ed elementi del reale e quotidiano. E’ così che inizia la sperimentazione: anime disegnate, ritagliate, inserite in vari contesti e fotografate. Amo nei miei lavori lasciare sempre spazio all’immaginzione di chi osserva, dar modo di poter “vedere” con il “sentire” di ognuno, dar la possibiltà anche a volte di poter dare più interpretazioni nelle quali alla fine potersi rispecchiare o meno.
    Questo normalmente è il modo in cui ho scoperto di lavorare, perchè alla fine è stata una scoperta anche per me.
    Putroppo sono stata un po’ lunga in questo commento e vi chiedo scusa ma vi ringrazio in anticipo per la vostra attenzione ….
    Grazie di cuore
    Cecilia

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...