Memorie d’inverno

Dalle profondità dell’inverno si alza un grido, è una preghiera di luce che sale fino al cielo.
Questo freddo tinge i capelli di brina, fino a nasconderne il grigio dei tanti anni trascorsi.
Resistero’, ancora una volta, alla continua sfida del vivere… nonostante le troppe nubi nel cielo, nonostante il gelo che attanaglia le mani, nonostante i giorni inutili che consumano lentamente il mio tempo…

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Memorie d’inverno

  1. tachimio ha detto:

    Una meraviglia caro nero. Incantata ti abbraccio. Isabella

    Piace a 1 persona

  2. jalesh ha detto:

    Che dirti mio caro Nero…leggerti anche se sono versi stupendi ma che toccano le corde del cuore per un’esistenza sofferta incantano il lettore. Sei il maestro delle metafore che spiegano brillantemente lo stato d’animo di chi sta lottando per vivere serenamente nonnostante tutto ed intanto il tempo trascorre inesorabilmente accorciando la nostra esistenza terrena. Complimenti sei bravissimo Nero bisous bisous

    "Mi piace"

  3. orofiorentino ha detto:

    Vorrei dirti le stesse, o quasi, parole di Jalesh ma sarebbe un inutile doppione. Ti ammiro profondamente, i tuoi versi sono meravigliosi

    Piace a 1 persona

  4. Rosemary3 ha detto:

    Un canto librato al cielo, sia pur grigio, che invoca ancora forza per proseguire nel tortuoso cammino della vita… Incantata, come sempre…
    Ros

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...