Notte

Quanto sono lunghe
le ore della notte
infiniti spazi raccolti
nelle pieghe dei pensieri.

È il dilatarsi dell’attimo
lo stornare dell’istante
la fuga dalla vuota clessidra.

Si fa strada la fievole
assenza del digiuno dei gesti
il silente vocabolo
della bizzarria del pensiero.

E la notte amalgama
raccoglie tra le sue reti
gli spazi negati al giorno.

fotografia dell’autore

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Notte

  1. oddonemarina ha detto:

    sempre bravo nell’esprimere in versi che scaturiscono dall’anima,,,bravo Rinaldo

    "Mi piace"

  2. tinamannelli ha detto:

    Versi che bene descrivono le ore della notte sopratutto di quelli come me che non dormono. Splendida composizione, ma tu fai sempre centro. Complimenti ❤

    "Mi piace"

  3. jalesh ha detto:

    Ottima descrizione delle ore notturne con versi bellissimi complimenti Rinaldo bravissimo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...