Musica per l’anima

In Rue Montagne de la Cour 2, troviamo un palazzo vero esempio di Art Nouveau di Bruxelles. Un palazzo che un tempo era un antico magazzino, molto lussuoso e con una grande fama acquisita anche grazie all’architettura dell’edificio. Il museo si è insediato nel 2000 e oggi ospita 125 mila visitatori all’anno. Personale molto disponibile, nessun
problema di lingua, lasciamo giacche e borse in custodia e via a scoprire le meraviglie di questo museo. Strumenti  musicali che arrivano da tutto il mondo, guardandoli si fa un viaggio attraverso il tempo. Alcuni strumenti sono antichissimi. Prendiamo un audio guida, gentilmente ci viene spiegato il funzionamento e cominciamo la nostra visita,
ci vorranno almeno tre ore per vedere gli strumenti che sono circa settemila. La visita comincia nel piano inferiore chiamato “Musicus mechanicus”, dove sono presenti strumenti musicali meccanici, elettrici ed elettronici. Il pezzo forte di questa galleria, tra gli altri, è rappresentato dal COMPONIUM, uno strumento costruito ad Amsterdam da Winkel nel 1821 per sostituire un’orchestra umana. L’audio guida, che funziona ad infrarossi, parte in automatico. Basta passare davanti allo strumento e si può ascoltare il suono dello strumento. Per alcuni strumenti ci sono anche delle brevi spiegazioni.

COMPONIUM

Si procede verso il secondo piano, per molti la migliore galleria. Il piano, molto ampio, vanta una collezione di strumenti tradizionali di tutto il mondo. Si parte dagli strumenti tipici del Belgio fino ad arrivare a strumenti tibetani fatti con le ossa umane, di persone defunte.

Si arriva al terzo piano, ultima galleria da visitare, con una collezione che va dal tardo medioevo fino al 19mo secolo passando per il Rinascimento. Alcune collezioni sono suddivise per territorio ed una parte è destinata all’Italia del Nord. Venezia, Cremona e Brescia erano i centri più importanti per la produzione di liuti e violini.

Note
aleggiano leggere nell’aria
respiri la soavità
di un
notturno

Senti
violini e antiche spinette
musica che avvolge
che dona
serenità
Ma.Vi

Visitate queste bellissime gallerie ci si può concedere un caffè all’ultimo piano dell’ edificio che gode di una bellissima vista sulla città di Bruxelles. Un passaggio veloce allo shop per comprare qualche souvenir o qualche libro più tardi ritornerò per vedere il Museo Magritte proprio a pochi passi da qui…per il momento sono un po stanca.

Ma.Vi

Le foto sono personali

Questa voce è stata pubblicata in fotografia, Iniziativa estiva 2018, Le Petit Onze. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Musica per l’anima

  1. jalesh ha detto:

    Un angolo musicale molto interessante, è molto raro trovare tutto questo materiale musicale insieme complimenti per le fotografie e per i Petit Onze appropriati all’argomento. Brillante nella sua completezza. Bravissima

    Piace a 1 persona

  2. Rosemary3 ha detto:

    Un ottimo suggerimento, Tina, che val la pena mettere in atto! Splendido ed inteerssante il tuo post…
    Ros

    Piace a 1 persona

  3. oddonemarina ha detto:

    Interessante post con i tuoi versi d’accompagnamento…bravissima

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...