Relax mangereccio

Dopo questa giornata passata nel castello di Buda la troupe ha fame. Eccoci alla ricerca di un ristorante con alcune specialità magiare. Troviamo uno di quei posti storiche offrono un’ atmosfera d’altri tempi ed osservare i budapestini chiacchierare nella loro animata quotidianità.
Menù
Il piatto forte della tradizione budapestina è naturalmente il goulasch. Un piatto che i pastori gli allevatori consumavano per sfamarsi durante le lunghe migrazioni in cerca di pascoli freschi. A base di carne di Vitello o manzo con peperoni pomodori cipolle carote e molte spezie dal cumino alla paprika dolce pepe. Di per sè questo piatto basta e avanza, ma se avete ancora fame potete prendere un piatto composto, come uno spezzatino di manzo accompagnato da gnocchetti all’uovo, del coniglio arrostito o lo stinco di maiale.


I più golosi prenderanno il fegato d’oca in gelatina di Tokaj, il vino più famoso dell’Ungheria
ed altro ancora
porkolt (spezzatino di carne a base di cumino e cipolla);
halászlé (una zuppa a base di pesce);
toltottkáposzta (cavoli farciti con riso e carne);
paprikáscsirke (pollo alla paprika);
gombapaprikás (funghi alla paprica).

Alcuni di noi preferiscono lo street food e mangiano gli spiedoni di salsiccia e formaggio o il langos, una specie di pizza fritta farcita a piacere, valgono bene una sosta, costano poco e saziano molto.

Ci diamo apputamento ad una certa ora per andare a visitare e assaggiare anche la pasticceria da Gerbaud sosta obbligato per ammirare gli splendidi interni, e la piccola Ruszwurm, di fronte alla Chiesa di Mattia. E’ stata fondata nel 1827 ed è la più antica pasticceria di Budapest e può vantare tra i suoi illustri clienti anche l’imperatrice Sissi.


Proviamo e ne rimanimao estasiati la Dobos Torte, il dolce più tipico di Budapest, composta da cinque strati di pan di spagna e cioccolato con una copertura di caramello e la Esterhàzy torte preparata con una pasta speciale di noci e una crema cotta alla vaniglia.

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in Iniziativa estiva 2018. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Relax mangereccio

  1. Rosemary3 ha detto:

    Un esaustivo e completo post con prelibatezze gastronomiche di Budapest…
    Ros

    Piace a 1 persona

  2. tinamannelli ha detto:

    Che delizia.. adoro il goulasch e tutto il resto anche…uno stupendo post sui piatti caratteristici di Budapest. Notizie esaurienti e sopratutto invitanti. Davvero un post specialissimo… Bravissima, complimenti ❤

    Piace a 1 persona

  3. tachimio ha detto:

    Mi hai fatto ritornare la fame. Complimenti. Bisous. Isabella

    Piace a 1 persona

  4. oddonemarina ha detto:

    Che bello scoprire tutte queste notizie…complimenti

    Piace a 1 persona

  5. 65luna ha detto:

    Che bonta’…. tra l’altro il Tokaj e’ uno dei miei vini preferiti: grazie per questo squisito post!! 65Luna

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...