Non sempre le disabilità danneggiano

Vagabondava tra i monti, lungo le rive scoscese dei fiumi, dormiva tra macigni e germogli di pini. Il suo passo era claudicante, nato con una zampa più corta era riuscito, dopo essere stato scacciato dalla madre, a sopravvivere mangiando piccoli uccelli, talpe e qualche altro roditore. Il suo odorato percepisce un odore quasi familiare, lupi, attento a non farsi scoprire li trova riuniti in un pianoro circondato da altissimi alberi e molti cespugli. Dietro ad un grosso cespuglio si acquatta e li spia. Lupi giovani, maschi vigorosi, lupe con cuccioli ed infine un lupo nero con striature bianche, il capo branco. Viene scoperto quasi subito dalle sentinelle che circondavano il branco, lo spingono al centro dove tanti nasi lo annusano. Il capo gli chiede nome e la sua provenienza. “Mi chiamo Set e vengo dalla valle laterale a questa” spiegando si alza , ma la sua zampa si nota. Il capo Zichi, anche lui si alza, dicendo “Devi andartene non servi alla mia comunità, sei storpio e non riusciresti a inseguire la selvaggina. Ma Set promette di aiutarli, il giorno dopo le sentinelle avvisano che c’è un branco di cervi in avvicinamento. Allora Set propone a Zichi un piano, lui si avvicinerà zoppicando da solo. I cervi capiranno che un lupo così non li potrà attaccare. Mentre il branco li circonderà. I cervi non hanno timore perché l’odore dato da Set era già tra loro. E ad un ordine di Zichi riuscirono a catturare tre cervi, un ottimo bottino per il Clan. Si congratularono con Set, che da  quel momento riuscirà a fare incetta di cibo per tutti. Rimase nel gruppo e si fece una famiglia con una splendida lupa Bianca e due cuccioli perfettamente sani. Non sempre le disabilità danneggiano, ma se si ha un po’ d’ingegno le si superano.

 

oddonemarina – Libro dei sogni

 

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Non sempre le disabilità danneggiano

  1. jalesh ha detto:

    Commovente questo mini racconto con uno stupendo finale per i disabili anche se lupi. Complimneti bravissima

    "Mi piace"

  2. tinamannelli ha detto:

    Brava Marina un bellissimo mini racconto….la disabilità sveglia altri sensi e si può far di tutto. Complimenti Marina ❤

    "Mi piace"

  3. Massi Tosto ha detto:

    Che meraviglia di Lupo Marina cara

    "Mi piace"

  4. orofiorentino ha detto:

    Splendido Marina, un racconto che mette giustamente, in evidenza che non tutte le disabilità sono terribili ma possono, accettandole, portare a percorsi di vita diversi ma altrettanto efficaci. bellissimo racconto molto commovente. Bravissima 🙂

    "Mi piace"

  5. Rosemary3 ha detto:

    Un toccante mini racconto, Marina…
    Ros

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...