Smarrito albore

immagine web

Su quella strada ha perduto il cuore

ha perduto la luce degli occhi, follia accecata

odio sprigionante, innocenza profanata

da eterne litanie d’un perso fiore.

Su quel lungomare ha perduto la vita

donna, uomo, bambino

strappati al bagliore del giorno schiarito

d’una casa che più non accoglierà il sorriso.

Crudele malasorte, infame destino

deturpante malvagio acerrimo nemico

tra le ruote falciato d’una coscienza annullata

d’un valore disperso, alla mercé abbandonato.

Su quel viale l’orologio s’è fermato

ha scandito l’ultimo battito d’uno smarrito albore

mentre il mare, incredulo spettatore,

inerme raccoglieva il vento delle ultime parole

issate al cielo col respiro del perdono

sul quadrante d’un canto estremo sussurrato.

L’alba ha svelato la crudele verità

tutto così incredulo, così silenziosamente infranta,

ha rimesso agli impauriti sguardi la spietata realtà

un cero, un fiore a ricordo d’una vita spenta.

Giovanni Monopoli

A ricordo delle vittime di Nizza del 15 Luglio 2016

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Smarrito albore

  1. jalesh ha detto:

    Una splendida dedica purtroppo di un evento drammatico. Complimenti per gli stupoendi versi Giovanni. Bravissimo

    Mi piace

  2. tinamannelli ha detto:

    Bellissima e toccante dedica alle vittime innocenti di Nizza. Complimenti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...