La grotta dei violini

La mattinata è  splendida, il mio mare sembra quasi dipinto. Blu come il cielo, calmo e placido, proprio come sono oggi, io e lui ci somigliano  molto. Anna, la mia amica è pronta, verrà  con me, vuol vedere il mio posto speciale. Saliamo in barca si va a motore ma lentamente, non mi piace correre  e non voglio spaventare i pesci. Un venticello delizioso scompiglia i capelli di Anna, e fa svolazzare il mio pareo. Mi diriggo verso Cala Rossa. Costeggio piccole spiagge già  super affollate,  ma vado avanti oltre la punta. Rocce, rocce e poi una piccolissima rada, una spiaggia dalla sabbia dorata e fine. Arrivo fin dove posso, ancoro la barca e scendiamo. L’acqua è  fresca, una meraviglia. Io e Anna sistemiamo la tenda e tutto quello che ci servirà  per il giorno.-Quando mi porti a vedere questo posto speciale- mi chiede la mia amica. – Andiamo  subito questa è  l’ora giusta. Maschera e boccaglio , pinne e ci si tuffa. Le faccio segno di seguirmi. Nuotiamo per una decina di minuti verso la punta della rada. Faccio segno ad Anna che dobbiamo andare giù.  Lei mi segue.. un bel respiro e via….. qualche bracciata e ci siamo. Una apertura abbastanza larga, passiamo e si riemerge…Anna resta a bocca aperta…. respira piano e poi in un sussurro mi dice – Che Sogno! – Siamo in una piccola grotta, l’acqua fresca è  di un incredibile azzurro, dall’alto arriva la luce e un raggio di sole che si tuffa nell’acqua  che in quel punto diventa d’argento. Parlo piano anch’io, le dico di ascoltare. Quasi non respiriamo e in quel silenzio come per magia si sentono violini suonare. Una melodia mai sentita, melodia della natura. Ci sediamo su un piatto scoglio a goderci il fresco, la musica e tutta la bellezza della mia “Grotta dei violini”. Quanto tempo siamo rimaste non so, poi ci prepariamo ad uscire. Rifaccio lo stesso percorso. Anna mi segue. Alla spiaggia dopo un po di sole, facciamo uno spuntino. Poi ancora mare e sole. A sera si ritorna. Anna mi chiede come ho fatto a scoprire la grotta. Sorrido – È successo senza volerlo- Avevo sentito il racconto di un vecchio pescatore e per molti anni l’avevo  cercata, pensando comunque che il pescatore avesse arricchito il racconto, insomma non ci credevo molto. Invece c’era,  ed era davvero stupenda.

Ma.Vi

Immaginando di essere un esploratore subacqueo

Immagine in rete

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

4 risposte a La grotta dei violini

  1. orofiorentino ha detto:

    Un bel mini racconto, chissà se esiste un posto così affascinante? Bravissima mia cara 🙂

    Liked by 1 persona

  2. jalesh ha detto:

    Complimenti un bel Mini racconto a sfondo subacqueo e che meraviglia. Bravissima

    Liked by 1 persona

  3. titti onweb ha detto:

    aiuto che meraviglia di racconto e immagine… Cala Rossa esiste? Questa mi ricorda tanto la Grotta Azzurra
    Un abbraccio

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...