I favolosi Beatles

Dei quattro ragazzi di Liverpool la loro presenza continua ad accompagnare, con le loro canzoni, i miei giorni. Li ho amati in giovane età, indipendentemente dal mito che si stava creando. La loro musica segnava le pagine dei miei anni verdi. Ci sono passioni che nascono senza una motivazione, che crescono dentro e si trasformano in momenti, frammenti immersi nel ricordo. C’è poi la bellezza delle canzoni, la creatività dei brani musicali di quegli anni pieni di promesse, di sogni collettivi di crescita sociale.

Sarà perché durante la gita scolastica dell’ultimo anno delle medie dal mangiadischi di Cristina il suono di Norvegian Wood faceva illanguidire il cuore, mi trascinava lentamente via come un soffio di vento o perché il brano I fall fell faceva da contrappunto ai miei pensieri durante il giorno. Sì, i baci di Anna sapevano chewing-gum e le musiche dei Beatles, durante la festa scolastica di fine anno, riempivano lo scantinato dove tra il fumo che aleggiava simile a una nube aliena si ballava avvinghiati come edera al muro, mentre la voce di Silvie Vartan cantava Irresistibilmente.  Era la fine dei favolosi anni ’60. Dopo il mondo sarebbe irrimediabilmente cambiato…

Ma proprio in questi giorni che è stato ristampato l’album Sgt. Pepper Lonely Heard Club Band con alcuni brani inediti, il ricordo si fa vivo di quando ascoltai quelle tracce la prima volta. E’ legato ad un episodio della lezione di disegno. Quel rullare continuo come un treno in fuga mi aveva riportato al dipinto di Umberto Boccioni dal titolo “Gli addii”. Mi colpiva quella frammentazione di immagine, un treno che si scomponeva, e il suono dei quattro, con il rullante di Ringo Starr, mi riportava a quelle tessere scomposte. L’esplosione di una locomotiva immersa tra forma e colore. Avevo ripreso quel dipinto con i colori a tempera (ovviamente di fattura minore) perchè mi colpiva e mi ricordava forte quel brano musicale. Tra i disegni di fiori, anfore e tazze colorate, quel frammento di futurismo, una tavola formato A4 appesa al muro, faceva bella mostra di sé sul corridoio della scuola. E quando attraversavo il corridoio per entrare nell’aula, osservandolo, il brano di Sgt. Pepper Lonely Heard Club Band ricompariva automaticamente nel mio pensiero, allora sorridevo e andavo incontro al giorno più leggero e lanciato come un treno in corsa.

Immagine dell’autore

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in post guidato, racconto. Contrassegna il permalink.

10 risposte a I favolosi Beatles

  1. che bello leggere i tuoi ricordi…. io sono arrivata un po’ dopo, ma il contesto era lo stesso (le feste, i balli “lenti”…) e i Beatles ancora riempivano le orecchie. Ho un ricordo legato a “Something”…. Buonanotte, Pina

    Liked by 1 persona

  2. oddonemarina ha detto:

    bei ricordi… che naturalmente io sono estranea, perché ero piccola ma le più famose le conosco.
    Bel post bravissimo Rinaldo 🙂

    Liked by 1 persona

  3. tinamannelli ha detto:

    Erano belle canzoni, lo sono ancora, era una musica nuova e lo è ancora, erano diversi e si fecero amare, anche noi eravamo diversi….Che bei ricordi, che bei sentimenti, ma noi abbiamo questa grande fortuna abbiamo i ricordi e conserviamo ancora sentimenti. Stupendo il tuo scritto, come sempre sei davvero speciale con carta e penna. Complimenti 🙂

    Liked by 1 persona

  4. tachimio ha detto:

    Mio caro Rinaldo i tuoi ricordi diventano vivi leggendoli. e fai rivivere anche i miei. Come dimenticare le loro canzoni ascoltate a casa di una mia amica, nelle sere d’estate con altri amici, non tanti, eravamo in sei, su di una bella terrazza che si affacciava sul mare di Civitavecchia? Sere in pieno relax, ad ascoltare musica abbandonati sui divani, chiacchierando dimentichi del resto. Un bacione. Isabella

    Liked by 1 persona

  5. jalesh ha detto:

    Carissimo i Beatles la mia gioventù….quanti ricordi e quanti balli e poi la ricordi Hey Jude….la mia preferita….e Michelle…Che meraviglia. Grazie per averci regalato questo tuo splendido post sui Beatles. Complimenti sei sempre più bravo.

    Liked by 1 persona

  6. Rosemary3 ha detto:

    Ti ringrazio anch’io, Rinaldo, per avermi permesso un tuffo nel passàto che, anche se piccola, ho imparato a conoscere questo mitico gruppo…
    Ros

    Liked by 1 persona

  7. Grazie Rinaldo di questo bellissimo post che ci ricorda i favolosi Beatles.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...