Lo scopo

Miriam avvolta nel suo accappatoio sta sorseggiando il caffè mattutino. Nuova giornata, cosa inventarsi, dopo anni di lavoro con l’orologio sempre sotto il naso. Dopo aver pulito la casa, pensa e le viene un’idea, se mi iscrivessi a qualche corso? Chiama al telefono la sua amica Angela e le chiede consiglio, visto che lei fa tutto e di più. Angela coglie la palla al balzo e senza porre termine, le chiede se è disposta a fare il clown all’ospedale infantile Regina Margherita. Miriam le risponde che non è pratica ne di bambini ne di pagliacci, Angela le da l’appuntamento nel primo pomeriggio senza ascoltare le sue lamentele. Arrivate all’ospedale, vanno negli spogliatoi e si cambiano e truccano, Angela diventa un’eroina dei cartoni animati e Miriam, una bella contadinella con le guance rosse. In corsia le si apre un mondo nuovo, tanti piccoli pazienti calvi come vecchietti le si fanno incontro, chiedendo giocattolini o caramelle. Miriam guarda Angela che fa salti e sberleffi, vocine strane e dalle tasche profonde tira fuori tutto come una provetta Mary Poppins. Anche lei cerca di imitarla, nonostante ciò che vede, sopratutto quei bambini che non potevano alzarsi. Una bimba che aveva ottenuto da lei palloncini e figurine per l’ album, con i profondi occhi neri le dice”Non ti ho mai visto, ti piace qui? Siamo contenti e allegri, vedrai ti troverai bene!”. Miriam si dirige in bagno, le hanno detto che quella bambina ha poche settimane di vita, il trucco ormai sbavato la fa sembrare ad una strega. si lava e trova Angela, le dice che domani sarà alle nove in punto con vari travestimenti e tanti doni. La ringrazia di aver dato uno scopo alla sua pensione.

oddonemarina – immagini web

Annunci

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Lo scopo

  1. Laura ha detto:

    Bellissimo, bacioni cara, ❤

    Mi piace

  2. Rosemary3 ha detto:

    Un mini racconto che tratteggia la crudele realtà… Uno spaccato di vita davvero toccante…
    Ros

    Mi piace

  3. tinamannelli ha detto:

    Stupendo …c’è qualcosa di sacro quando si aiutano gli altri a superare certi momenti, sopratutto se si tratta di bambini. Bravissima, complimenti ❤

    Mi piace

  4. jalesh ha detto:

    Un Mini racconto commovente che rispecchia una dolorosa e straziante realtà. Bravissima

    Mi piace

  5. MarVie ha detto:

    Donarsi dovrebbe essere lo scopo di ognuno di noi.. commovente racconto brava 😊

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...