Il caro Fuffi

La mia capa simpatica e sempre disponibile, donna precisa e attenta, le volevamo tutti bene e ne avevamo un gran rispetto, ultimamente era stanca, si vedeva, ormai da anni non prendeva una vacanza. Quella mattina di un maggio assolato mi chiamò nel suo ufficio. Andai pronta a scrivere e invece mi pregò di sedermi. Mi preoccupai un po’…che stava succedendo? Ma il suo sorriso mi rassicurò, mi disse che aveva assolutamente bisogno di staccare la spina, era stanca, aveva bisogno di un po di pace e riposo, ma… non sapeva a chi lasciare il suo piccolo Fuffi e sapendo quanto amassi gli animali….
Mi sentii gratificata, così ci mettemmo d’accordo che l’indomani sabato, nella mattinata sarebbe venuta a casa mia a portarmi il suo adorato cagnolino. Quando aprii la porta il caro Fuffi mi ringhiò mostrando i denti aguzzi…..cominciamo bene. pensai. Il caro Fuffi era un Chihuahua….amo i cani belli o brutti, grossi o piccoli ma non ho mai avuto molta simpatia per questa razza. Mi dissi che 15 giorni passano in fretta. Cominciò così la mia convivenza con Fuffi….dovevo imboccarlo, se no non mangiava, lo portavo fuori per i bisognini munita di paletta e sacchetto, ma la cara bestiola non faceva nulla e appena a casa plin..plin..e plo…plop mi lasciava regali maleodoranti per casa. Giuro avevo voglia di strozzarlo. La notte saltava sul letto e si infilava sotto le lenzuola…Quella mattina aspettavo che mi portassero la spesa, avevo preparato pure i soldi per non perdere tempo, avevo sempre il terrore che quel diavolo a quattro zampe mi scappasse…Aprii la porta e mentre il garzone mi passava le scatole con le vettovaglie….il caro Fuffi scappò via. Lo cercai per tutto il palazzo, nel cortile, nulla nessuno lo aveva visto…sparito come un fantasma puff… puff. Mentre andavo come una folle per le strade del mio quartiere in cerca di quel satanasso, mi arriva la telefonata della mia capa, che fresca di riposo mi dice che è rientrata qualche giorno prima, perchè aveva nostalgia del suo “dolce Fuffi”. Mi sento cadere il mondo addosso, lei vuol venire a prenderlo le dico che siamo fuori in campagna e lui si sta divertendo un sacco che al rientro passo io a lasciarlo. Vedo un vigile e chiedo, quello mi guarda tranquillo e mi comunica che è passato l’accalappiacani, di andare a vedere al canile municipale. Prendo macchina e attraverso tutta la città, col cuore il gola e la testa che mi fuma. La solita trafila, documenti, spiegare la situazione e finalmente mi portano dove ci sono gli ultimi catturati…ed eccolo li in mezzo che ringhia ed abbaia a cani mille volte più grossi di lui…. Lo riprendo, pago una multa e corro dal toilettatore… un bagnetto ci vuole, puzza eccome…. Tutto pulito e infiocchettato lo riporto alla sua trepidante padrona…Tutto bene? mi chiede. Tutto a meraviglia, rispondo…..e me ne vado via libera ma anche incavolata …porca miseria per  quel caro Fuffi ho trascorso quindici giorni di ferie proprio da …..cani.

Ma.Vi

Immagine Pinterest

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il caro Fuffi

  1. Rosemary3 ha detto:

    Un mini racconto che ha centrato in pieno il tema proposto…
    Ros

    Liked by 1 persona

  2. jalesh ha detto:

    Bravissima una trama che rispecchia il tema proposto. Complimenti

    Liked by 1 persona

  3. oddonemarina ha detto:

    splendido con quel tocco simpatico…bravissima complimenti davvero

    Liked by 1 persona

  4. orofiorentino ha detto:

    Troppo simpatico, bravissima cara…molto molto piaciuto davvero 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...