Ascolto una voce lontana

Ho costruito il mio castello
con sabbia umida d’amore
con le mani a coppa
ho raccolto l’acqua
per bagnarlo perchè nom s’asciugasse
per anni ho faticato
fra lacrime e improvvise risa
e l’acqua non mancò mai
oggi mani stanche
perdono il prezioso liquido
fra dita distorte.
Il sole brucia stamane
il castello è crollato
un’onda lo porta via…
un bianca conchiglia
resta sulla rena
“l’Eterno illumina
le mie tenebre”
e ascolto una voce lontana
Ma.Vi

Incipit: L’Eterno illumina le mie tenebre di Samuele

Immagine 123RF.com

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in poesia, post guidato. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Ascolto una voce lontana

  1. jalesh ha detto:

    Bellissima poesia purtroppo vera quando si va avanti con gli anni. Ottimo inserimento dell’incipit di Samuele. Compllimenti bravissima

    Piace a 1 persona

  2. orofiorentino ha detto:

    Assolutamente bellissima mia cara, complimenti di cuore

    Piace a 1 persona

  3. Rosemary3 ha detto:

    Molto belli i tuoi versi, perfettamente raccordati con l’incipit di Samuele…
    Ros

    Piace a 1 persona

  4. oddonemarina ha detto:

    Splendidi versi con un po’ di malinconia. ciao un bacione 😎

    Piace a 1 persona

  5. Sirya 54 ha detto:

    Sono versi molto toccanti ma molto belli

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...