Dov’è Michela? 3°

Dalla paura e stanchezza Verdiana si addormenta. Quando si sveglia ha dolori forti alle gambe e braccia, ancora legate, la coperta è scomparsa, brividi di freddo la fanno tremare. Tutto intorno è buio, solo la finestra si sta colorando di rosa. Cerca di urlare e ci riesce, chiede aiuto ma nessun rumore si sente al di fuori del suo respiro. Piano piano la luce si diffonde nella stanza, i suoi occhi incominciano a vedere sagome attorno a lei. Quando il sole entra  a fatica, i suoi occhi sono sbarrati dall’orrore, le sagome che vedeva erano altre ragazze legate in pose contorte, alcune quasi scheletriche e fra loro vede Michela con i suoi occhi spalancati verso un’altro luogo. Piange disperata, urla chiama Fernando. ma nessuno le risponde. Passa così due giorni, aveva sete fame e non sentiva più la circolazione degli arti, si stava lasciando andare, scivolando lentamente al di fuori della vita. Ad un tratto la porta viene scardinata e un’ombra controluce le chiede come stava. Verdiana alza lo sguardo sul viso dell’ispettore di polizia che una sera le aveva chiesto i suoi dati. Viene condotta in ospedale a Pinerolo, le spiegano che era stata chiusa in una baita di montagna e che gli altri miseri resti erano ragazze morte di fame e sete, nell’arco di un’anno. (continua)

oddonemarina . immagine Pinerola  30 Km. da Torino- Storia noir

Pubblicità

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

10 risposte a Dov’è Michela? 3°

  1. 65luna ha detto:

    Avvincente, scritto benissimo. 65Luna

    "Mi piace"

  2. tinamannelli ha detto:

    Un serial killer….avvincente. Bravissima, resto in attesa … ❤

    "Mi piace"

  3. jalesh ha detto:

    Che storia agghiacciante da serial killer…bravissima Complimenti

    "Mi piace"

  4. orofiorentino ha detto:

    Veramente da brividi, eppure succede. Bel racconto, aspetto il seguito mia cara 🙂

    "Mi piace"

  5. Rosemary3 ha detto:

    Un mini racconto che fa veramente venire i “brividi” ma che potrebbe essere una storia reale…
    Ros

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...