LA GRANDE MADRE

Grande madre
esile figura e volontà d’acciaio
prendi per mano i deboli
e gli infelici… allevi sofferenze.

Ai loro occhi rossi di pianto,
con le tue parole , le tue carezze
tocchi il cuore,
elargisci amore e sorrisi.

Con il tuo corpo curvo
il viso solcato, addolcito
da luminoso sguardo,
dedichi ogni tua energia
nulla tralasciando
alla tua opera Missionaria.

Onori il tuo ordine senza superbia
Madre… serva di tutti ,”ma …
il regalo più bello ?
…per Te, il perdono unica arma
per la pace.

© Rachele L.

Incipit di Madre Teresa di Calcutta, “Ma il regalo più bello? Il perdono…”

Questa voce è stata pubblicata in poesia, post guidato. Contrassegna il permalink.

5 risposte a

  1. oddonemarina ha detto:

    una dolcissima descrizione -preghiera all’umile donna che amava gli umili… bravissima

    "Mi piace"

  2. jalesh ha detto:

    Un ottimo inserimento dell’incipit di Madre teresa di Calcutta egregiamente descritta nella sua personalità. Complimenti brava

    "Mi piace"

  3. yourborderline ha detto:

    bravissima…hai ben descritto una piccola grande donna

    "Mi piace"

  4. tinamannelli ha detto:

    Belli e toccanti questi versi….c’è tutta la vita di Madre Teresa, inserimento perfetto dell’incipit. Bravissima, complimenti

    "Mi piace"

  5. Rosemary3 ha detto:

    Un aggancio all’incipit proposto, mirabilmente proiettato sulla figura della “Grande Madre”…
    Ros

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...