Baccanali e vino

Da uno dei suoi tradimenti nei confronti della moglie, Zeus si ritrovò un figlio nato prematuramente, ma molto prematuramente. La madre Semele era morta e il piccolo fu preso dal padre che se lo cucì  in una coscia fino al suo totale sviluppo. Poi come al solito il problema era come nasconderlo alla brontolona Era. Lo affidò ad Ermes giovane e forte, ma il suo viavai con il carro del sole ed i messaggi che doveva recapitare e poi la sua vita privata! insomma era un bel problema , allora decise di farlo allevare dalle ninfe. Crescendo i suoi poteri aumentarono, fino a quando disperato di bere acqua o ambrosia, creò la vite ed insegnò agli uomini come coltivarla e poi trasformarla in vino. Da quel momento divennero sempre più allegri in tutti i sensi, ed il Giovane Bacco proseguiva il suo giro per tutta la Grecia, ma guai a chi gli si metteva contro, peggio di suo padre, accecava martoriava trasformava ecc.. S’invaghì della povera Arianna (dimenticata da Teseo) e la fece sua moglie. In ogni città ci doveva essere un tempio per i suoi baccanali, ma divennero così osceni che furono proibiti, trasformandosi in festini notturni nascosti. Che a mio parere ancora oggi vengono ripetuti senza problemi.

 

oddonemarina- Trionfo di Bacco e Arianna- Sebastiano Ricci

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Baccanali e vino

  1. orofiorentino ha detto:

    un bellissimo mini racconto, la mitologia è proprio divertente: a volte sembra di essere tra i matti. Bravissima 🙂

    "Mi piace"

  2. tinamannelli ha detto:

    Bellissimo mini racconto…certo che erano piuttosto vivaci questi dei. Bravissima, complimenti ❤

    "Mi piace"

  3. Rosemary3 ha detto:

    Senza alcun dubbio, Marina: un bellissimo mini racconto dove la mitologia si sposa con un pizzico di fantasia…
    Ros

    "Mi piace"

  4. jalesh ha detto:

    Che inventiva la fantasia è alle stelle. Sono molto contenta di leggere questo mini racconto e anche altri su questo tema. Bravissima Complimenti

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...