Le mie elementari

In seconda elementare, tanti ma tanti anni fa, si facevano le gare di lettura. Naturalmente la sottoscritta era una somarella in tutte le materie, studiavo cercavo di leggere ma c’era qualcosa in me che non andava. Ho scoperto anni dopo che questo problema era dovuto quasi certamente  al fatto che ero mancina. Andando a scuola dalle suore, potete immaginare lo scandalo e l’insistenza per farmi diventare destrorsa (riuscendoci). Ritornando alla gara, io ero sempre ultima, fino a quando mi allenai a leggere su un libro di fiabe, in particolare Barbablu, il mio primo noir. Il giorno successivo la suora ci fece leggere alcuni brani dal libro di lettura ed io leggendone uno (in quel periodo avevo anche incominciato a balbettare), senza intoppi, vinsi il 1° premio. Che consisteva in una medaglietta su stoffa tricolore. Arrivata a casa con grande orgoglio la feci vedere alla mamma e per qualche giorno mi sentii molto importante.

oddonemarina – immagine web

Un episodio della vostra infanzia rimasto impresso nella mente.

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Le mie elementari

  1. jalesh ha detto:

    Ci vuole poco a volte per far contento un bambino e soprattutto non imponendo a diventare quello che non è. Complimenti centrato in pieno il tema del Mini racconto. Complimenti bravissima

    "Mi piace"

  2. orofiorentino ha detto:

    Un Bel ricordo, essere stata capace di superare la tua timidezza. Sai: anch’io ero ( e sono ancora ambidestra ) mancina e mi hanno costretto a scrivere con la destra. Ciao cara, molto piaciuto il tuo racconto…Bravissima 🙂

    "Mi piace"

  3. tachimio ha detto:

    Ho un’amica mancina che non ha nessun problema anzi ci ride su . Certo costringere in qualunque cosa non è mai giusto. Baci e buon otto dicembre cara Marina. Bel raccontino. Isabella

    "Mi piace"

  4. tinamannelli ha detto:

    Ai tempi avevano la mania di correggere il mancino, come se fosse una malattia contagiosa. Ho avuto questo problema con mio figlio, quando ho saputo lancia in resta ho affrontato la maestra. Bellissimo questo tuo ricordo, alla faccia di tutti ti sei presa la medaglia. Bravissima, complimenti

    "Mi piace"

  5. Rosemary3 ha detto:

    Un mini racconto che come ha sottolineato Jalesh, ha centrato in pieno il tema: Un problema, quello della laterarizzazione, allora quasi sconosciuto, ma che oggi fortunatamente si rispetta…
    Ros

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...