L’appartamento

Carlos De Molina, era un vecchio libraio che aveva accumulato centinaia di libri che chiamava figli suoi, non si muoveva mai da loro. Non aveva famiglia e abitava al 1° piano in una strada senza uscita. Un giorno il vicino di casa lo trovò morto ai piedi della scala dei libri, fra le mani una lettera. L’uomo  la prese, lesse e scoprì che era un testamento, lasciava tutto il suo sapere alla Biblioteca Pubblica e la sua casa al caro vicino. Passano i secoli, la casa di Carlos è sempre chiusa, il vicino e i suoi parenti non avevano animo di venderla perché in quella casa c’era ancora amore per i libri anche se gli scaffali erano vuoti. Sotto la casa di Carlos ai nostri giorni si era formato un mercatino di libri usati, dove passava molta gente di ogni tipo. C’era un ragazzo di trentanni, Mathias già bravo scrittore e amava tantissimo i libri. Entrò nell’androne della casa per curiosare e si scontrò  con un’anziano signore. Mathias gli chiese se in quella casa c’era un’appartamento in vendita. Il signore lo guardò bene e poi gli chiese che lavoro facesse. Mathias rispose che faceva lo scrittore e che amava svisceratamente i libri. Il signore lo fece salire al 1° piano di fronte alla sua casa, aprì la porta verso un’alloggio talmente antico che dalle finestre non entrava il sole. Le aprì e Mathias vide che sui muri c’erano file e file di scaffali vuoti. L’uomo gli chiese se sarebbe riuscito a riempirli, avendo avuto risposta positiva. Gli disse ” Qui abitava un libraio chiamato Carlos De Molina, amava i libri come te , il mio tris avolo aveva avuto in eredità questa casa e alla sua morte lasciò nel testamento una postilla. Solo un nuovo librario avrebbe potuto entrare in possesso della casa, in ricordo del suo caro amico. Perciò se la vuoi te la posso vendere, perché tu corrispondi ai desideri due vecchi amici”. E fu così che Mathias divenne proprietario di quella casa, la ristrutturò solo in parte, lasciando le mensole. In poco più di un anno riempì la casa di libri, facendo la felicità del vicino, contento della scelta giusta.

 

oddonemarina – tre immagini

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

11 risposte a L’appartamento

  1. jalesh ha detto:

    Bell’intreccio nella trama del mini racconto ben articolato sulle tre immagini porposte. Complimenti breavissima.

    "Mi piace"

  2. Molto piacevole questo racconto ❤

    "Mi piace"

  3. tinamannelli ha detto:

    Bellissimo intreccio in questo tuo racconto sulle tre immagini proposte. Si legge con piacere, complimenti

    "Mi piace"

  4. Rosemary3 ha detto:

    Un mini racconto davvero ben intessuto sulla scia delle tre immagini proposte, Marina…
    Ros

    "Mi piace"

  5. rinaldoambrosia ha detto:

    Suggestivo racconto, Marina. Quanti scaffali occorrono per contenere i tuoi libri? e quanti libri occorrono per riempire gli scaffali della casa del tuo racconto?
    E già, la scrittura parte sempre dal cuore. 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...