Incubo

Cosa stavo facendo, dove stavo andando? Camminavo sul sentiero con nulla attorno, il vuoto mi attirava, sentivo una attrazione incredibile, dovevo, dovevo……mi fermai, feci un profondo respiro, chiusi gli occhi……e caddi …. Madida di sudore, con gli occhi sbarrati nel buio…..“mi scosse e mi corse le vene il ribrezzo” Era stato solo un terribile sogno ma un brivido gelido mi fece tremare. L’idea che nel sogno quell’altra me avesse pensato ad un atto estremo mi ripugnava terribilmente.

Ma.Vi

Incipit: Mi scosse e mi corse le vene il ribrezzo da il Brivido di Giovanni Pascoli

Immagine blog.pianetadonna.it

 

Questa voce è stata pubblicata in post guidato, racconto. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Incubo

  1. jalesh ha detto:

    Sogni che sembrano incubi…ottimo inserimento dell’incipit di Giovanni Pascoli nel tuo racconto. Complimenti

    Piace a 1 persona

  2. orofiorentino ha detto:

    un racconto che tocco la parte onirica del nostro io molto ben fatto. Piaciuto davvero

    Piace a 1 persona

  3. Rosemary3 ha detto:

    Un incubo partorito da un sogno che ancora incombe da svegli… un racconto sicuramente molto ben strutturato che ha perfettamente interpretato l’incipit proposto…
    Ros

    Piace a 1 persona

  4. tachimio ha detto:

    Tina stupisci sempre…Isabella

    Piace a 1 persona

  5. oddonemarina ha detto:

    Complimenti un racconto terrificante … inserendo l’incipit ad hoc

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...