Quando nasce: ” lo spumante? “

Alcuni scritti di epoca romana riportano dei vini con effervescenza naturale, ma con molta probabilità i romani bevevano il mosto che ancora doveva diventare vino; in effetti per poter mettere in pratica la tecnica di spumantizzazione vi è bisogno di un contenitore a tenuta stagna, come la bottiglia, che permetta di mantenere una sovrappressione di 6 atmosfere a 20 °C.

Lo champagne, un tipo di spumante, nasce in Francia nell’abbazia di Hautvillers ad opera del monaco Dom Pierre Pérignon nel XVII secolo.

Il primo spumante italiano, chiamato “champagne italiano”, nacque nel 1865 frutto del lavoro sinergico tra i Fratelli Gancia e il Conte Augusto di Vistarino che importò dalla Borgogna le barbatelle di Pinot Nero. Per lo “champagne italiano” furono eliminati gli sciroppi che i produttori francesi aggiungevano al termine della lavorazione, ottenendo un tipo di champagne a base di moscato, superiore a quello francese e ottenuto a costi minori.

Da notare che, generalmente, per gli spumanti metodo classico, le versioni più diffuse sono brut ed extra brut mentre per gli spumanti charmat lo sono extra dry e brut. Il pas dosé (piuttosto diffuso tra appassionati ed esperti, in quanto prodotto “estremo”) è tipico del metodo classico e il dry presente quasi esclusivamente negli charmat. Ultimamente, visto il gusto prevalente e la diffusione del rito dell’aperitivo, qualche produttore di metodo classico inserisce nella gamma anche una versione extra dry. Il demi sec ha una buona versatilità visto che può essere servito sia con un dessert sia con le altre portate (quando abbinabili). Gli spumanti dolci sono prerogativa dei vitigni aromatici (moscati, malvasie, brachetto, etc.): tipico esempio lo spumante d’ Asti.

orofiorentino

Informazioni su orofiorentino

HO 69 ANNI, AMO LA POESIA, LEGGERE, SCRIVERE, VIAGGIARE E TANTE...TANTE ALTRE COSE
Questa voce è stata pubblicata in collaborazione estiva 2016. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Quando nasce: ” lo spumante? “

  1. jalesh ha detto:

    Splendida dissertazione sullo spumante. complimenti

    "Mi piace"

  2. tinamannelli ha detto:

    Cin cin Oro, bellissima e interessante descrizione della nascita dello spumante italiano. Bel post per l’iniziativa estiva. Complimenti

    "Mi piace"

  3. 65luna ha detto:

    Bel post Oro! 65Luna

    "Mi piace"

  4. tachimio ha detto:

    Piacevole lettura. Brindiamo ? Buona serata cara Giovanna. Isabella

    "Mi piace"

  5. oddonemarina ha detto:

    Mi sono persa fra tutte queste bollicine… solo lo spumante d’Asti e il brachetto ho assaggiato.. dopo ogni tuo post sono ubriaca di nomi e vitigni… complimenti

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...