Il dito medio alzato: nulla di nuovo sotto il sole, è un gesto antichissimo

Andiamo indietro nel tempo,all’antica Grecia: Un giorno un intellettuale si esibì in questo gesto per protestare contro un politico:
-Eccolo il grande demagogo- fu la frase che accompagnò il dito medio alzato. Siamo ad Atene nel IV secolo avanti Cristo. L'”esternatore” di allora è il filosofo Diogene il quale spiegò così, a un gruppo di visitatori, cosa pensasse del grande oratore Demostene.
E ancora, nella commedia “Le nuvole” scritta da Aristofane nel 419 a.C.un personaggio alza il dito medio in senso di spregio,riferendosi all’organo genitale maschile.
Quindi è sicuro. Il dito medio era un insulto già più di due millenni fa.
I Romani chiamavano questo gesto “digitus impudicus”, ovvero dito vergognoso, indecente, offensivo. In un epigramma del primo secolo dopo Cristo scritto dal poeta latino Marziale, un uomo che ha sempre goduto di buona salute sventola il “digitus impudicus” in faccia a tre dottori mentre lo storico romano Tacito riporta la notizia di un Germano che mostra a sua volta il dito medio a una falange militare romana.

Secondo l’antropologo Morris il dito medio arrivò negli USA “grazie” agli immigrati italiani. La prima prova documentata è del 1886, quando un lanciatore dei Boston Beaneaters si rivolse così ai rivali dei New York Giants.
-Anche se storicamente il dito medio si identifica in un fallo, oggi ha perso il suo significato e non è più osceno- ha detto Ira Robbins, professoressa di legge all’American University a Washington DC e autrice di uno studio sul significato di questo gesto nella giurisprudenza criminale. -Non si rifà agli interessi pruriginosi delle persone -ha continuato la Robbins – il gesto è ormai integrato nella vita di tutti i giorni di questo Paese. Ormai ha un sacco di significati come la protesta o la rabbia. Non è più solo un fallo. Non c’è alcun messaggio-
Sarà. Ma provate ad alzare il dito medio a qualcuno: se vi beccate uno schiaffo mi sa che l’avversario ha pure ragione.

Informazioni su vikibaum

Vivi ogni giorno come l'ultimo pensa come se fossi immortale.
Questa voce è stata pubblicata in curiosità. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Il dito medio alzato: nulla di nuovo sotto il sole, è un gesto antichissimo

  1. jalesh ha detto:

    Una curiosità molto interessante…..ti ricordo che le curiosità si postano la domenica. cmq non importa, te lo dico per rispetto verso gli altri partecipanti. Lo hai capito che sono una pignolona…, no? Buona giornata Viki bisous

    Piace a 1 persona

  2. tinamannelli ha detto:

    Non lo sapevo venisse da così lontano…. interessante curiosità. Bravissima grazie per averla condivisa

    Piace a 1 persona

  3. orofiorentino ha detto:

    Quindi…nulla di nuovo sotto il sole e pensare che i ragazzi si sentono tanto furbacchiotti a fare quel gesto. Ho imparato una cosa nuova, grazie cara 🙂

    Piace a 1 persona

    • vikibaum ha detto:

      visto? te lo immagini diogene contro demostene? e molti altri esempi..”.digitus impudicus”, pare fosse alzato di frequente anche contro catone il censore quando ripeteva allo sfinimento in senato:- Ceterum censeo Carthaginem esse delendam- e anche quando se la prendeva con i giovani che si dedicavano ai baccanali, con i ricchi, insomma era bacchettone acido come pochi! 🙂

      Piace a 1 persona

  4. vikibaum ha detto:

    L’ha ribloggato su tramineraromatico.

    "Mi piace"

  5. Rosemary3 ha detto:

    Indubbiamente interessante curiosità…
    Ros

    Piace a 1 persona

  6. Niente di nuovo sotto questo cielo….:)

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...