L’agave dell’ultima stagione

Sale nel cielo di smalto
l’enorme luna
di Luglio
freddo globo dorato
ingigantito
dalla lente temporalesca
del vento.

Sale nel cielo limpido la scala
di una pianta
esile e altissima
dai radi lucenti pennacchi:
l’agave dell’ultima stagione,
bellezza eretta alla più generosa
delle agonie
nella sontuosa fioritura
prima della fine.

L’agave fiorisce una sola volta nella vita: dopo la fioritura e la maturazione del frutto muore.

Informazioni su vikibaum

Vivi ogni giorno come l'ultimo pensa come se fossi immortale.
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

9 risposte a L’agave dell’ultima stagione

  1. jalesh ha detto:

    Splendidi versi come sempre …interessante la storia dell’agave. BUongiorno Viki. Bisous

    Piace a 1 persona

  2. tinamannelli ha detto:

    Stupendi versi, bellissima l’immagine. L’agave fiorisce dopo 30 e anche 50 anni ed è poi la fine. Qui in Sicilia ce ne sono tantissime e noi la chiamiamo “zabbara”. Bravissima, complimenti

    Piace a 1 persona

  3. Rosemary3 ha detto:

    Splendidi versi in omaggio a questa comunissima pianta, da noi, in Sicilia, che quasi ne è il simbolo…
    Ros

    Piace a 1 persona

  4. oddonemarina ha detto:

    versi belli con informazione a me sconosciute…grazie

    "Mi piace"

  5. vikibaum ha detto:

    L’ha ribloggato su tramineraromaticoe ha commentato:

    reblog da “La nostra commedia” di Jalesh ❤

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...