Adam, l’archeologo ( 4 parte- Orienti express)

Acheologia in Anatolia

Da quel momento Adam, sempre interessato a Sant’Elena, riusciva però a partecipare alla vita del lussuoso treno che l’avrebbe condotto a Costantinoli. Aveva capito molto bene che la ricerca si svolgeva in tutta l’Anatolia, ma sperava di saperne di più dall’archeologo famoso sulla fine delle spoglie di Flavia Giulia Elena Augusta. Mancava un giorno all’arrivo e solo adesso si accorgeva della bella gente che stava sul treno, in particolare tante signorine da marito, come si usava allora chiamarle, che gli giravano intorno. Ma nonostante fosse attratto piacevolmente dalla loro presenza, Adam pensava al mausoleo in porfido di sant’Elena.
Le sue reliquie hanno avuto una storia a parte, già dopo due anni dalla sepoltura a Roma, il corpo fu trasferito a Costantinopoli e posto nel mausoleo che l’imperatore aveva preparato per sé.
Poi le notizie discordano: È probabile che il percorso sia stato Roma – via Labicana, Costantinopoli poi Reims e dopo la Rivoluzione Francese le reliquie siano state definitivamente collocate nella Cappella della Confraternita di S. Croce nella chiesa di Saint Leu di Parigi; qualche reliquia deve essere giunta negli altri luoghi dell’Aracoeli a Roma e a Venezia. Ma fra i tantissimi corpi di Santi che sono conservati nelle chiese di Venezia troviamo anche una mamma: Sant’Elena.
Sant’Elena è ricordata per aver scoperto, archeologa ante litteram, la croce e i chiodi che avevano crocifisso Gesù.
Adam sognava di trovare qualcosa a Costantinopoli che ricordasse il passaggio di questa santa.

continua….

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in Iniziativa estiva 2016. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Adam, l’archeologo ( 4 parte- Orienti express)

  1. Rosemary3 ha detto:

    Diventa sempre più interessante il tuo racconto, trasferendo notizie che sicuramente allettano il lettore…
    Ros

    Piace a 1 persona

  2. orofiorentino ha detto:

    Ma che bello, interessantissimo

    Piace a 1 persona

  3. jalesh ha detto:

    Grazie Oro ❤

    "Mi piace"

  4. tinamannelli ha detto:

    Molto interessante, racconto e storia si intrecciano…. e ora?

    Piace a 1 persona

  5. oddonemarina ha detto:

    Che giro , povera sant’Elena… e poi?…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...