Due versi disperati

Due versi disperati
in una notte
che non sa di niente
Sempre in attesa
di un giorno che arriverà
e dallo stesso sapore
Amaro il cuore
crudele l’anima
che non tace mai
Bisbigli
sussurri e grida
A nulla serve dimenticare
Osservo il buio
aldilà del vetro
unica compagnia
in questa mia vita vuota
Sdraierò
la mente ed il corpo
aspettando un sonno
che non giunge mai
E poi sarà mattina

10 luglio 2016

© Daniele Nani Cerva

 

Pubblicità

Informazioni su Daniele Bosetti Cerva

Scrivo per passione, per esprimere le emozioni che popolano la mia anima. Scrivo per dare agli altri qualcosa di me. Scrivo perchè se non scrivessi non vivrei.
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Due versi disperati

  1. Daniela ha detto:

    …e con la notte finirà anche il tormento, si spera che il nuovo giorno sia più lieto

    Piace a 1 persona

  2. tinamannelli ha detto:

    Già sarà mattina e si spera sia una buona mattina….quando il sonno non arriva mai…..sono tante le notti che passo così…bellissimi e intensi i tuoi versi, come sempre. Buona domenica Daniele 🙂

    Piace a 1 persona

  3. Rosemary3 ha detto:

    La luce del mattino dovrebbe fugare i fantasmi partoriti dalle tenebre notturne… splendidi versi, Daniele…
    Ros

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...