Dai miei Appennini: la Madonna del ponte e il prete bello (2)

Acquedotto romano vicino alla Madonna del ponte-Agosto2015

Nessuno seppe mai che cosa la ragazza disse al prete in confessione: solo, dopo che se ne fu andata lui, pallidissimo, si inginocchiò davanti all’altare a pregare. Era sconvolto cercò in dio quella serenità che aveva sempre avuto, voleva ritrovarsi. Ma non servì a nulla: intorno a lui c’erano solo oscurità e freddo, gli ori, i quadri, l’altare, tutto gli era distante, gelido ,  era solo in mezzo a un deserto.
Quella notte fu insonne, la prima di tante; quando si addormentava per qualche ora finiva in fondo a un pozzo nell’oblio più completo e misericordioso.
Poi finalmente…
Aveva sentito da poco il campanile suonare la mezzanotte ed era caduto in un febbrile dormiveglia quando qualcuno bussò alla porta della canonica.
Allora seppe che lei era arrivata.
Dalle persiane filtrava il chiarore della luna piena. Non si mosse ma la donna entrò lo stesso, lui l’aspettava sdraiato su un fianco fingendo di dormire; quando udì distinto un respiro affrettato non potè fare a meno di aprire gli occhi: nello specchio, che gli stava di fronte, a lato del letto, non vide riflesso nulla, neppure un’ombra…

Ma udì il fruscio del vestito e il suo profumo d’erba tagliata quando lei, con la levità d’una farfalla, entrò nel suo letto e si mise dietro di lui accogliendolo sulle ginocchia, premendogli il seno sulla schiena. Prese a carezzargli il volto, le palpebre chiuse, il naso perfetto, le labbra per scendere giù, dove la voglia era insostenibile.
L’uomo sospirò, come vinto, arreso.
Si mise supino, allungò la mano, scrutò nel buio.
-Eccomi sono venuta, mi aspettavi vero? Prega il tuo dio ora, pregalo, se ne hai il coraggio-
-Zitta, stai zitta- disse lui con voce sibilante e poi le fu addosso: lei lo trasportò nel suo splendido palazzo, dove brillavano l’oro e l’argento, le lenzuola erano di seta e il  corpo della donna  caldo, profumato, morbido, esigente.Non seppe mai quanto durò quella notte, ad un certo punto piombò in un sonno di pietra e quando si svegliò, nel suo povero giaciglio, era solo, della ragazza nessuna traccia, neppure il suo odore.
Si alzò, confuso e smarrito, trattò anche bruscamente quei fedeli che dal paese si erano spinti fin lì per avere da lui conforto. Non udiva più la voce di dio, non ne vedeva la luce, era solo in una oscurità che diventava sempre più fitta. Allora si rintanò in canonica, ad aspettare che scendesse la notte, che lei tornasse…ma non fu così, la ragazza scomparve.
Allora, disperato, fuori di sè, mentre i suoi fedeli si chiedevano che cosa gli stesse succedendo, capì che gli restava un solo modo per riaverla: firmare quel patto diabolico che fino ad allora aveva cercato con tutte le sue forze di evitare.

 

(continua)

Informazioni su vikibaum

Sono un'italiana asintomatica
Questa voce è stata pubblicata in Iniziativa estiva 2016, racconto. Contrassegna il permalink.

14 risposte a Dai miei Appennini: la Madonna del ponte e il prete bello (2)

  1. jalesh ha detto:

    Un racconto di tentazione…vincerla non è facile anche se si stratta di un prete. Il diavolo è sempre in agguato. complimenti aspetto il seguito. Bisous

    Piace a 1 persona

  2. tinamannelli ha detto:

    Avvincente……..bello davvero….ci riuscirà il bel prete a dire no? Aspetto con ansia… buon sabato cara 🙂

    Piace a 1 persona

  3. oddonemarina ha detto:

    Appassionante… attendo ancora con pazienza… Grazie Viki

    Piace a 1 persona

  4. orofiorentino ha detto:

    Affascinante racconto, intriga al massimo….mi piaceeeeeee 🙂

    Piace a 1 persona

  5. tachimio ha detto:

    Mentre leggevo mi è ritornata non so perché alla mente, la scena in cui Adso interpretato da Christian Slater nel film ”Il nome della rosa” viene sedotto. Intrigante storia mia cara.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...