La pizzeria di papà Tore

Tore, alle sette in punto alzò la saracinesca della sua pizzeria. Con il bel tempo o col gelo aveva sempre aperto alle sette del mattino. C’era sempre tanto da fare, pulire, preparare i condimenti, impastare, preparare la legna per il forno e poi i tavoli e tutto quel che serviva per fare andare avanti la sua attività. Tore, Salvatore così era il suo nome, ormai da quasi cinquant’anni andava avanti aiutato da Lina, la donna di tutta la sua vita. La donna che aveva abbandonato tutto per seguirlo in quel lontano viaggio verso il paese della speranza, l’America. Ricordava con quanta paura erano sbarcati all’Ellis Island, e come erano rimasti sbalorditi dalla grandezza della statua della Libertà. erano stati giorni, mesi e anni di grande fatica e di miseria. Ma cocciuti e forti Salvatore e Lina erano riusciti a racimolare un bel gruzzolo e  intanto avevano messo al mondo cinque figli. Tutti lo conoscevano a Litle Italy, era diventato qualcuno la sua pizza era apprezzata da tutta New York. E da buon padre aveva fatto studiare i figli ma i due più piccoli avevano voluto lavorare con lui e ora avevano aperto una bella pizzeria nel quartiere più bello della città. Fu alzando la saracinesca che vide la lettera, la prese…veniva dall’Italia, da quel piccolo paese siciliano da dove era partito. ” Caro zio Salvatore, qui tutti bene ma i tempi sono molto duri. Io purtroppo ho perso il lavoro e non riesco a trovarne un altro. Ho famiglia e non so più dove sbattere la testa. Mia moglie fa qualche lavoretto, ma non è giusto e il guadagno non basta per tutti. Vorrei venire da te, ho possibilità di trovare un lavoro?…. Tore ne parlò subito con la moglie e ci misero poco a pensare, erano stanchi e  quell’aiuto  sarebbe stato una vera benedizione.

Mini racconto creato sulle tre immagini proposte

Ma.Vi

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

3 risposte a La pizzeria di papà Tore

  1. jalesh ha detto:

    Bellissima trama che segue sapientemente le tre immagini. Complimenti

    Piace a 1 persona

  2. vikibaum ha detto:

    oh che bello..ma poi arriva e lavora?

    Piace a 1 persona

  3. Rosemary3 ha detto:

    Bellissimo mini racconto che ha ben intrecciato le tre immagini proposte…
    Ros

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...