Petalo del Passato del mese di marzo 2016

Per il Petalo del Passato del mese di Marzo 2016 è stato scelto il seguente brano:

Fra le aiuole di narcisi

di

Oddonemarina

 

Raccolgo il destino
fra le mani, indifeso
e irraggiungibile.
Cogli con me polvere di
ricordi sbriciolata fra le
aiuole di narcisi.
Scendi fra gli scalini
del giardino come
un tempo lo faceva tuo padre.
La polvere la porta via il vento,
ma il destino rimane accanto a te.

oddonemarina – immagine web

Recensione e video a cura di Jalesh

Recensione

Il Petalo del Passato di questo mese di marzo 2016 è stato assegnato a Marina Oddone  con il brano ” Fra Le aiuole di narcisi “. Un brano stupendo velato di malinconia, legato al destino, a cui non si può scappare. E mentre il destino si compie,  i ricordi affiorano nella mente,  ma come polvere si frantumano fra le aiuole di narcisi. Il narciso è un fiore dalla potente simbologia. Esistono, infatti, in diverse culture, miti e leggende che lo vedono protagonista e metafora di caratteristiche umane, ma anche simbolo di buoni e cattivi auspici. Insomma il narciso che è un bellissimo fiore dal colore giallo o bianco che spicca nei primi giorni di primavera è nella maggior parte dei miti e leggende segno di sfortuna. Qui l’autrice lo accomuna al passato ai ricordi ed al destino che fugge via e mentre scende gli scalini di questo giardino, ecco che appare il ricordo della figura paterna, nota dolcissima del brano.
La chiusa ritorna al destino, e qui c’è una splendida riflessione che mentre il vento porta via la polvere, purtroppo il destino rimane sempre accanto a lei e nulla può cambiarlo. Cara Marina, questo tuo brano mi ha fatto riflettere molto e mi è piaciuto molto l’accostamento del tuo Petalo del Passato ad un fiore bello, ma poco ricordato in poesia, come il narciso. Complimenti hai colto il tema del Petalo del passato brillantemente. Un abbraccio

Jalesh

Pubblicità

Informazioni su jalesh

Jalesh (Signore protettore dell'acqua) La vita nasce dall'acqua è l'acqua è vita. Tutte le culture nella storia del nostro pianeta hanno attribuito all'acqua il più elevato valore simbolico e le hanno riconosciuto il ruolo centrale nella vita umana. Vitruvio sostiene che senza l’energia proveniente dai quattro elementi (aria-fuoco-terra-acqua) nulla può crescere e vivere; per questo una divina mens ne ha reso facile la reperibilità. L’acqua, in particolare, “est maxime necessaria et ad vitam et ad delectationes et ad usum cotidianum”, senza trascurare il fatto, dice Vitruvio, che è gratuita. Così essa non è mai una sola cosa: è fiume e mare, è dolce e salata, è nemica ed amica, è confine e infinito, è “principio e fine” dice Eraclito
Questa voce è stata pubblicata in Petalo del Passato brani scelti. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Petalo del Passato del mese di marzo 2016

  1. jalesh ha detto:

    Complimenti Marina. Sono molto felice per averti assegnato un Petalo del Passato davvero straordinario. Ancora bravissima. Bisous

    "Mi piace"

  2. tinamannelli ha detto:

    E’ davvero bellissimo….complimenti Marina meritata scelta il tuo Petalo del Passato è semplicemente stupendo. Bravissima, complimenti e un abbraccio ❤

    "Mi piace"

  3. kalosf ha detto:

    Marina è sempre una grandissima

    "Mi piace"

  4. orofiorentino ha detto:

    Si, Marina, sei proprio bravissima. Questo tuo petalo del passato mi è piaciuto tantissimo credimi. Bello lo slide e il commento di Jalesh.

    Un abbraccio grande grande

    "Mi piace"

  5. Rosemary3 ha detto:

    Meritata vetrina! Ottimi, recensione e video a cura di Jalesh! 🙂
    Ros

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...