Nonna Eletta

Nonna Eletta, sempre tutta elegante, lavora in giardino. E’ una bella giornata di primavera, è intenta a sistemare le sue aiuole che già stanno dando qualche fiore. Quelli azzurri e bianchi, che tanto le piacciono, sono i primi a fiorire. Nel cestino ne ha messi alcuni da sistemare in un vasetto in casa. E’ un poco agitata, spesso alza gli occhi verso l’angolo della via. Quella strada antica è quasi deturpata da quel grande specchio parabolico che però permette di vedere chi giunge dalla via tanto stretta e aiutare gli automobilisti ad evitare incidenti. E’ quasi l’ora in cui i suoi nipoti tornano da scuola. Li vede da lontano: ridono e si fanno i dispetti. Pensa: “ Come sono carini, gioia della mia vita !”. Raccoglie il cestino dei fiori e si avvia verso casa. Per non far capire ai ragazzi la sua quotidiana ansia di vederli rientrare: si siede alla scrivania di Valeria ( la nipote più grande). C’è il pc aperto e dimenticato acceso. Lei non ci capisce nulla ma vuole darsi un tono di noncuranza e si mette a ticchettare su i tasti.
L’urlo di Valeria è agghiacciante: “ Nonna, cosa fai? Cosa combini col mio pc?” La nonna si gira sorridendo: “ Tranquilla, nulla di grave…provavo a smanettare come fate voi ! “
Valeria, preoccupata che la nonna avesse fatto involontariamente danni, la scansa quasi in malo modo.
“ Nonna: se ti trovo ancora qui…ti scortico. Questa è roba da giovani, tu non ne capisci nulla. Non toccare mai più: capito? “
La nonna, offesa, fa cenno di si con la testa e se ne va tutta impettita con la sua bella testolina bianca dritta come una bandiera.
Dopo qualche mese, a tavola durante il pranzo, la cameriera porta una lettera alla Nonna. I ragazzi subito a dire: “ Nonna, chi ti scrive? Ti sei fatta il moroso? “ e giù a ridere. Lei tutta seria risponde:” No, non ho il moroso, questa è la lettera che attesta che sono stata riconosciuta la prima del corso di PC che ho fatto in questo periodo. Anzi: vi consiglio di mettere la password ai vostri di pc…potrei aver voglia di curiosare, sapete com’è!? “ In quello stesso momento, da sotto il tavolino, la nonna tira fuori un portatile nuovo fiammante e con un sorriso sornione dice:
“ Guai a voi se lo toccate, capito? Questo è mio e lo uso solo io, ok? “
“ Hai capito la nonna? Un tipino tutto spider! “ Dice il nipotino più piccolo strizzandole l’occhio!

@ Orofiorentino

Pubblicità

Informazioni su orofiorentino

HO 69 ANNI, AMO LA POESIA, LEGGERE, SCRIVERE, VIAGGIARE E TANTE...TANTE ALTRE COSE
Questa voce è stata pubblicata in mini racconto, post guidato. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Nonna Eletta

  1. lulasognatrice ha detto:

    Ma che racconto simpatico ed originale!

    "Mi piace"

  2. tinamannelli ha detto:

    Questa nonna Eletta mi sta proprio simpatica….bravissima un delizioso mini racconto per le tre immagini proposte. Complimenti

    "Mi piace"

  3. jalesh ha detto:

    Un bel mini racconto simpaticissimo e molto à la page ….di nonne beat oggi ce ne sono tante. Attenti ragazzi i vostri segreti sono in pericolo. Complimenti ottimo inserimento delle tre immagini .

    "Mi piace"

  4. mariamastrocola ha detto:

    Brava oro, ecco non ho nipotini ma potrei essere quella simpatica nonnina. Consiglio sempre il computer che allunga la vita proiettandoci sempre in avanti e vivere nel mondo…Un bacio orooooo

    "Mi piace"

  5. oddonemarina ha detto:

    E’ bellissimo, Oro… complimenti

    "Mi piace"

  6. tachimio ha detto:

    Delizioso racconto che non avevo letto. Brava Giovanna. Isabella

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...