Vuote conchiglie…

La risacca conchiglie vuote
riporta…
Tra i marosi del tèmpo,
rimbombanti abissi
che dall’anima fuggono,

momenti arrecando
e dall’usura imbiancati…

Sepolti ricordi
tra le coltri della memoria

pian piano riemergono,
un’anomala onda
increspando e
che, imponente sovrasta,
vacue conchiglie
lasciando…

© Rosemary3

Scatto di Tiferett

Pubblicità

Informazioni su Rosemary3

Amo la poesia, preferibilmente in rima sciolta, e la natura dipingere in tutte le sue sfumature emozionali... Adoro i tramonti e di fronte ad essi perdermi incantata...
Questa voce è stata pubblicata in click interpretativo, poesia. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Vuote conchiglie…

  1. jalesh ha detto:

    Stupenda interpretazione espressa con versi meravigliosi sullo scatto bellissimo di Tiferett. Bravissima

    Piace a 1 persona

  2. chiaramarinoni ha detto:

    Splendida questa tua lirica: un andare e venire di ricordi racchiusi in conchiglie arenate su spiagge solitarie.
    un abbraccio
    Chiara

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...