Lontane modelle

Lontana l’immagine dei suoi tempi, la cipria era il suo trucco. Il pallore era sinonimo di signorilità, scarpe quasi ortopediche ma comode e i suoi piedi le rendevano grazie. La moda a lei non piaceva, strizzata e chiusa in vestiti quasi monacali, con cappelli a conchiglia mentre lei desiderava i corti capelli liberi. Infine le labbra dovevano risaltare su quei visi di porcellana con colori decisi. Questa era la sua passerella cinquant’anni fa, ora un microscopico slip è l’unico accessorio di moda, abbinato al viso che fa paura per colore e quantità di trucco. Con tacchi proibitivi la sfilata continua.

oddonemarina – immagine web

Informazioni su oddonemarina

Amo la poesia, amo il cielo e l'aria. Mi piace leggere. E amo le fotografie perché lasciano una traccia di vita che scorre.
Questa voce è stata pubblicata in post guidato, racconto. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Lontane modelle

  1. jalesh ha detto:

    Stupenda interpretazione delle 5 parole proposte inserite brillantemente racconto appropriato. Complimenti

    "Mi piace"

  2. orofiorentino ha detto:

    Bello, bello, proprio brava, complimenti di cuore cara

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...