Resa

Registro cambiamenti
passi pesanti
e passi leggeri
Rumori
di peso diverso
incompatibili
Suoni inconsistenti
e suoni assordanti
Deboli fruscii interiori
interrotti
da folli interferenze esterne
rumorose fastidiose
assolutamente inutili
al mio sentire
Resto fuori dalla folla
Non mi riconosco
in questo interloquire
A voi il palcoscenico
A me il silenzio

13 settembre 2015
© Daniele Cerva

Informazioni su Daniele Bosetti Cerva

Scrivo per passione, per esprimere le emozioni che popolano la mia anima. Scrivo per dare agli altri qualcosa di me. Scrivo perchè se non scrivessi non vivrei.
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Resa

  1. orofiorentino ha detto:

    Come sempre i tuoi versi sono un grido verso l’umanità intera, così indifferente e invadente. Spero che riescano ad ascoltarti ma credo si vada sempre nel peggio al giorno d’oggi. Un sorriso Daniele

    Piace a 1 persona

  2. jalesh ha detto:

    Un appello a chi non ascolta, ma purtroppo oggi l’individuo non riesce con tutti questi svaghi e inutilità ad occuparsi degli altri, esiste solo il suo EGO. Splendidi versi Daniele. Buona domenica bisous

    Piace a 1 persona

  3. tinamannelli ha detto:

    Nessuno ascolta nessuno e il tono si fa sempre più alto e assordante….oggi va così si è presi dai propri pensieri e problemi che tutto il resto non esiste. Io e basta l’altro chi è? Siamo cambiati e tanto una volta anche se non si aveva nulla riuscivamo a donare agli altri qualcosa. I tuoi versi sono davvero un grido di dolore e stupore….sempre bello leggerti 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...